Carta dei Servizi Asilo gattoNando

  • Carta dei Servizi

    Orari

    L’asilo nido “gattoNando” è aperto dal primo settembre al 30 luglio, dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 18.30 e propone i seguenti tempi di frequenza:

    • NIDO-MATTINO: 7.30-13.00 – orario di entrata dalle 7.30 alle 9.00; uscita dalle 12.45 alle 13.00
    • NIDO-GIORNO: 7.30-16.15 – orario di entrata dalle 7.30 alle 9.00; uscita dalle 15.45 alle 16.15
    • NIDO-PROLUNGATO: 7.30-18.30 – orario di entrata dalle 7.30 alle 9.00; uscita dalle 17.30 alle 18.30
    • NIDO-POMERIGGIO: 13.00-18.30 – orario di entrata dalle 12.45 alle 13.00; uscita dalle 18.00 alle 18.30.
  • Spazi

    Il nido è luogo di relazione, di conoscenza; luogo per lo sviluppo e la valorizzazione dei bambini e delle bambine.

    Il nido viene inteso come ambiente aperto, stimolante, ma allo stesso tempo raccolto e contenente, nel quale ogni bambino è libero di esprimere la propria personalità e viene accolto con la sua individualità, i suoi bisogni e i suoi desideri.

    gattonando_foto_1L’ingresso è luogo di informazione, dove su pannelli espositori vengono appesi comunicazioni e messaggi per genitori e visitatori. È il primo luogo di accoglienza, di contatto e conoscenza dell’identità del servizio per il bambino e per gli adulti che lo accompagnano. In esso troviamo gli armadietti, spazio privato dei bambini dove ognuno ripone l’abbigliamento e gli oggetti personali che facilitano il passaggio casa-nido.

    Ogni bambino identifica il proprio armadietto tramite la sua foto e il suo contrassegno che imparerà a riconoscere.

    Sopra agli armadietti ci sono i “taccuini a due mani”. Si tratta di piccoli block-notes con la foto del bambino dove vengono riportate quotidianamente informazioni per la famiglia sui momenti routinari vissuti dal bambino e diventa uno spazio dove i genitori possono lasciare comunicazioni o commenti all’educatrice.

    Piazza: è lo spazio più esteso del nido; la sua centralità rispetto a tutta la struttura permette di identificarla come luogo pubblico del nido che ricopre lo stesso ruolo della piazza nel paese. Sulla piazza si affacciano gli ambienti principali del nido, essa rappresenta nella sua posizione la relazione. Le sezioni utilizzano tale spazio e gli elementi che lo caratterizzano per esperienze di tipo ludico-motorio (percorsi, travestimenti, costruzioni) durante la mattinata.

    Soggiorni: è lo spazio che accoglie una sezione di bambini, è il luogo di riferimento significativo in cui si ripetono i rituali della giornata educativa, dove ogni bambino ha la possibilità di avere oggetti personali e di ritrovare le tracce della sua esperienza.

    “Lo spazio dei soggiorni deve favorire legami di familiarità in un particolare gruppo di bambini e relazioni individuali tra bambini e adulti.”

    Ogni soggiorno ha una stanza attigua per il sonno. Questo spazio è articolato con caratteristiche di flessibilità, in modo che durante la giornata possa essere usata dai bambini per il gioco e i laboratori, svolgendo così una duplice funzione.

    Ogni soggiorno ha una sua peculiarità che trova riscontro nell’età dei bambini e quindi nei diversi bisogni evolutivi.

    Il bagno rappresenta il luogo delle cure dove si instaura una forte relazione di intimità e vicinanza tra l’adulto ed il bambino. Il bagno è inteso anche come luogo di giochi con l’acqua, di travasi e di giochi simbolici legati alla cura e alla conoscenza del proprio corpo.

    gattonando_foto_2

    Il giardino: oltre agli spazi delle sezioni, i bambini hanno l’opportunità di esplorare e sperimentare anche lo spazio esterno del giardino.

    Il giardino rappresenta un luogo importante in cui i bambini soddisfano il loro bisogno di stare a contatto con la natura e dove le educatrici possono sperimentare nuovi percorsi tematici che accompagnano il bambino alla scoperta del mondo che lo circonda. Il giardino è di circa 1000 metri quadri.

    gattonando_foto_3

  • Giornata Tipo

    Prima di presentare l’organizzazione della giornata tipo al Nido sintetizzata in uno schema dettagliato, è importante sottolineare come le routine rappresentino il filo conduttore della giornata educativa al nido e necessitano di un’organizzazione pensata e condivisa nei dettagli.

    Con il termine ‘routine’ all’interno dell’asilo nido si intendono tutti quei momenti che si ripetono quotidianamente sempre uguali o simili e che scandiscono in maniera regolare la giornata del bambino: il pasto, il cambio, il sonno, il saluto del mattino e il ricongiungimento serale con il genitore.

    “Le routine rappresentano momenti ed esperienze fondamentali per la costruzione nel bambino di una immagine di sé come separato, capace, competente, desiderato, autonomo.”

    Di seguito riportiamo uno schema indicativo dei momenti della giornata al nido:

     

    ORARIO

    AZIONE

    07.30-09.00

    Accoglienza e gioco libero

    09.00-09.20

    In bagno per lavare le mani

    09.20-09.45

    Spuntino

    09.45-10.30

    Attività strutturate

    10.30-11.10

    Tutti in bagno a prepararsi per il pranzo

    11.10-12.00

    Pranzo

    12.00-12.15

    Tutti in bagno per lavare mani, bocca e per il cambio

    12.15-12.45

    Gioco libero, filastrocche, canzoni o attività strutturate.

    12.45-13.00

    Consegna dei bambini del nido-mattina e accoglienza dei bambini che frequentano il nido-pomeriggio

    13.00-15.00

    Sonno

    15.00-15.30

    Merenda

    15.30-15.40

    Tutti in bagno

    15.45-16.15

    Consegna dei bambini del nido-giorno

    16.30-17.30

    Attività strutturata

    Gioco libero, filastrocche o canzoncine

    17.30-17.45

    Tutti in bagno

    17.45-18.30

    Tutti a casa

     

     

     

  • Iscrizione e Criteri di Accesso

    ISCRIZIONI E CRITERI PER L’ACCESSO

    È possibile iscriversi all’asilo nido comunale “gattoNando” per l’anno educativo successivo dal 5 maggio al 5 giugno (di ogni anno) dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13.

    Nell’eventualità ci fossero posti disponibili, è possibile iscriversi anche in corso d’anno dal lunedì’ al venerdì dalle 9 alle 13.

    La modulistica va ritirata presso l’ufficio dell’asilo nido comunale in via degli Alpini, 3 a Valeggio sul Mincio.

    La domanda di iscrizione, compilata in ogni sua parte, deve essere riconsegnata, presso lo stesso Nido.

    A seguito della presentazione delle domande di ammissione all’Asilo Nido vengono redatte graduatorie per età. Le graduatorie vengono rese note al pubblico mediante pubblicazione all’albo pretorio comunale, nonché esposizione presso l’asilo nido.

    Le nuove graduatorie rendono nulle le precedenti e sono valide per ulteriori ammissioni nell’anno educativo in corso, in caso di intervenuta disponibilità di posti, fermo restando il principio dell’omogeneità delle sezioni.

    L’inserimento dei nuovi bambini ammessi avviene a partire dal mese di settembre di ogni anno, secondo il calendario appositamente predisposto dal Nido. 

    Riportiamo di seguito stralci del Regolamento Comunale per la gestione dell’asilo nido che presenta i criteri di accesso al servizio:

    “Hanno titolo all’ammissione al Nido i bambini di età superiore ai 3 mesi e fino a 3 anni. …

    Il primo criterio per l’ammissione all’Asilo Nido Comunale è la residenza della famiglia anagrafica del bambino nel Comune di Valeggio Sul Mincio.

    Le domande dei bambini non residenti e quelle mancanti di idonea documentazione sono accolte con riserva.

    La formazione delle graduatorie di ammissione viene effettuata per fasce d’età in riferimento ai posti disponibili sulla base dei seguenti criteri e nel seguente ordine:

    1. Disabilità psicofisica del bambino documentata da presentazione di idonea certificazione rilasciata dalle strutture competenti (L. 104/1992);
    1. Grave situazione di disagio sociale certificata al Servizio Sociale del Comune
    1. I seguenti nuclei familiari che si trovino in situazioni di:
    • casi di infermità permanente di uno dei componenti il nucleo familiare, riconosciuta nella misura pari o superiore al 66% o con handicap grave certificato dalla L. 104/1992;
    • Mancanza documentabile di uno dei genitori a causa di:
      – Decessi
      – Carcerazioni
      – e nei casi contemplati alle lett.a, b, c, d, e, dell’art.1/bis del D.P.C.M. n.242 aggiunto al comma 4 del D.P.C.M n.221/1999:

      a. Pronuncia di separazione giudiziale od omologa della separazione consensuale ai sensi dell’art.711 del codice di procedura civile, ovvero quando è stata ordinata la separazione ai sensi dell’art.126 del codice civile;
      b. Consenso a mantenere diversa residenza a seguito dei provvedimenti temporanei ed urgenti di cui all’art.708 del c.p.c.;
      c. Quando uno dei coniugi è stato escluso dalla potestà sui figli o è stato adottato il provvedimento di allontanamento dalla residenza familiare ai sensi dell’art.333 del codice civile;
      d. Quando è stata proposta domanda di scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio.
      e. Quando sussiste abbandono del coniuge, accertato in sede giurisdizionale o dalla pubblica autorità competente in materia di servizi sociali.

    • Riconoscimento del bambino da parte di un solo genitore
    1. Bambini di genitori entrambi lavoratori nel seguente ordine di precedenza:
      a. entrambi i genitori lavoratori a tempo pieno o turnisti con contratto a tempo indeterminato o lavoro autonomo
      b. un genitore è a tempo pieno o è turnista, l’altro è a part-time con contratto entrambi a tempo indeterminato o lavoro autonomo
      c. un genitore è a tempo pieno indeterminato o è turnista, l’altro è a part-time ed ha un contratto a tempo determinato od un contratto di lavoro flessibile
      d. entrambi i genitori lavorano a part – time con contratto di lavoro a tempo indeterminato
      e. un genitore lavora con contratto di lavoro part – time determinato e uno con contratto di lavoro a tempo indeterminato
      f. entrambi i genitori lavorano a part-time a tempo determinate.
      g. entrambi i genitori lavorano con contratto di lavoro flessibile.

     

    1. Bambini con un solo genitore lavoratore nel seguente ordine di precedenza:
      a) un genitore lavora e l’altro è disoccupato
      b) un genitore lavora e l’altro è iscritto alle liste di mobilità o in cassa integrazione
    1. Bambini con nessun genitore produttore di reddito, senza essere caso a protezione sociale.

    … l’esatta posizione in graduatoria viene determinata dall’ ISEE pro capite …

    La mancata presentazione della dichiarazione sostitutiva ISEE comporta l’applicazione della retta massima nel rispetto dei criteri di ammissione previsti.

    Viene data precedenza all’interno della graduatoria secondo i criteri qui elencati alle situazioni i cui vi sia la presenza di un fratello/sorella già frequentante nell’anno educativo per il quale si chiede l’iscrizione e la presenza di gemelli che richiedono il servizio.”

Ultime News

Contatti

Per qualsiasi tipo di informazione o richiesta, è possibile contattare la nostra sede a Valeggio.

+39.0457951343
Seguici sui Nostri Social